Roma, 22 novembre 2017– Il tema tanto delicato quanto importante della sicurezza nelle scuole è stato al centro il 22 novembre u.s. di una giornata di studio e confronto presso il Liceo Classico Statale “Giulio Cesare” di Roma. Data non casuale, poiché lo stesso giorno iniziative del genere si sono svolte in tutta Italia nell’ambito della Giornata nazionale in materia istituita dalla cosiddetta legge della ‘buona scuola’ n. 107 del 13 luglio 2015 in ricordo di Vito Scafidi, studente morto nel 2008 al Liceo “Darwin” di Rivoli (TO). L’incontro del “Giulio Cesare” è stato organizzato all’interno del progetto “A più voci per una scuola sicura”, promosso dalle istituzioni scolastiche della Rete territoriale di Ambito 2 (di cui il “Giulio Cesare” è scuola capofila).  Coordinato dal dirigente scolastico del “Giulio Cesare” Paola Senesi, il convegno è stato vivacizzato dal coinvolgimento di studenti e docenti di più scuole di diverso ordine e grado della Rete citata: oltre ai padroni di casa, anche l’I.I.S. “Croce Aleramo”, l’I.C. “Falcone Borsellino, l’I.C. “Via P. A. Micheli, il Liceo Statale “Tito Lucrezio Caro”, il Liceo Statale “Maria Montessori”, l’I.C. “Via Sebenico”, l’ I.I.S. “Von Neumann”. Significativa per l’attuazione dell’iniziativa la collaborazione con l’Associazione Nazionale fra Lavoratori Mutilati e Invalidi del Lavoro (ANMIL), che il 10 ottobre 2017 ha sottoscritto con il MIUR proprio presso il Liceo “Giulio Cesare” un importante accordo per lo sviluppo della cultura della sicurezza nelle scuole e la prevenzione degli infortuni.

Tra le numerose presenze quelle di Francesca Del Bello (Presidente del Municipio Roma II), di Emanuele Gisci (Assessore alle politiche educative, scolastiche e per la famiglia e all’edilizia scolastica del medesimo Municipio), della Professoressa Cinzia Grieco in rappresentanza del Direttore dell’USR per il Lazio Gildo De Angelis. A rappresentare l’ANMIL la dottoressa Marinella de Maffutiis, mentre per la rivista “Tuttoscuola” era in Aula Magna il Dottor Alfonso Rubinacci.  

La Giornata è stata scandita dagli interventi degli ospiti presenti, in particolare da quello del dottor Franco D’Amico, coordinatore dei servizi statistico-informativi dell’ANMIL, che ha presentato un interessante studio sui numeri della sicurezza e sugli infortuni anche all’interno del contesto scolastico;  della socia ANMIL Silvana Zambonini che ha testimoniato la sua storia legata all’amianto; del dottor Andrea Gasparini dell’Istituto di Geofisica e Vulcanologia  che ha trattato del rischio simico nel nostro territorio. Ampio poi lo spazio dato alla presentazione dei lavori multimediali prodotti dagli alunni delle scuole che hanno partecipato al progetto, lavori riguardanti le tre macroaree dei rischi occulti (in particolare radon e alluminio), della Sicurezza sui luoghi di lavoro e dei terremoti.

Nella seconda parte della mattinata l’Aula Magna del Liceo si è trasformata in un laboratorio di idee: una rapida riorganizzazione dello spazio ha consentito agli alunni di dedicarsi alle attività previste – strutturate dalla ‘squadra’ di progetto – sulle stesse tre macroaree tematiche affrontate. Gli studenti, divisi in gruppi classe e coordinati dai propri docenti, hanno lavorato su appositi materiali, predisposti e caricati sui pc dotati di connessione internet messi a disposizione dal Liceo classico “Giulio Cesare”. Hanno poi caricato i lavori prodotti all’interno delle attività di laboratorio su un padlet strutturato e operato una rapida ed efficace condivisione e socializzazione del lavoro svolto.

La giornata si è conclusa con la visione del toccante docufilm realizzato dall’ANMIL per il “Tour per la Sicurezza del Lavoro” .

L’ANMIL ha attivato per l’evento aree dedicate su Twitter e Instagram, e ha messo a disposizione il blog www.sicuriascuola.it nel quale saranno inseriti i materiali presentati e prodotti dagli studenti.